Il segreto della Brand Loyalty

Se vuoi che I tuoi clienti rimangano fedeli al tuo brand, fai si che diventino la tua priorità.

Si può dire che alcuni brand siano davvero insostituibili. Brand per cui siamo disposti a stare  in fila senza lamentarci, per cui siamo disposti a pagare  cifre molto più alte rispetto agli altri, mete lontane da raggiungere ad ogni costo e brand che cosideriamo il prototipo di perfezione. Stiamo parlando di TiffanyLego, la PatagoniaAirbnbAppleStarbucks American Express, tanto per fare qualche esempio eloquente.
E poi ci sono marchi che acquistiamo e usiamo senza cognizione di causa, ma per familiarità, per abitudine. Brand che scegliamo da lungo tempo ma che non hanno un reale legame con la fedeltà. Le nostre abitudini d’acquisto possono rivoluzionarsi repentinamente, magari a causa di un prezzo più vantaggioso o un’opzione più interessante.
Il vero segreto della fedeltà alla marca? I clienti saranno fedeli ai brand che a loro volta saranno fedeli ai loro clienti. La fedeltà alla marca non si compra. La si guadagna ad ogni esperienza d’acquisto.
 
Prendiamo, per esempio , American Express , che si colloca costantemente tra i marchi più importanti del mondo ( dovuta in particolar modo al fatto che le valutazioni del marchio sono direttamente correlati alla fedeltà alla marca ) ed è più grande emittente della carta di credito del mondo per volume d'acquisto.

Se siete titolari di un American Express e il vostro portafoglio venisse rubato durante un vostro viaggio all’estero, American Express ha le spalle molto larghe. Infatti, manderà un corriere espresso presso la località in cui risiedete, consegnando una carta di credito dal plafone mensile azzerato, per assicurarvi di avere sufficiente contante da utilizzare mentre state ancora viaggiando. Inoltre, vi verrà offerta la sostituzione della stessa, in forma completamente gratuita, trasformando un potenziale vacanza-incubo in sogno ad occhi aperti.
Lo scopo del Team di  American Express è quello di rendere “più facile, più sicuro e più gratificante per le imprese e i consumatori l’accesso alle cose di cui hanno bisogno”. Inoltre, l’appartenenza al club esclusivo di AMEX renderà l’esperienza d’acquisto più sicura grazie all’assistenza in caso di furto.
 
La brand Equity misura quanto il cliente è fedele alla marca, quanto è familiare e riconoscibile nel processo d’acquisto e quanto influenza l’acquirente nella scelta di un marchio piuttosto che un altro.

Oltre ad indicare se i clienti sono veramente fedeli , il valore della marca svolge un ruolo enorme nel determinare la valutazione di un marchio - il valore monetario immesso sul marchio come un'attività di business. Apple è arrivato al primo posto nella classifica annuale di Forbes 'dei marchi più prestigiosi del 2015 con una valutazione del marchio di $ 145 miliardi di dollari , con un aumento del 17 % rispetto all’anno precedente. 

Starbucks, proprio come American Express, fonda la sua campagna per la fidelizzazione attraverso una politica di valorizzazione del marchio e nell’esperienza nei suoi punti vendita, piuttosto che con politiche di sconto e taglio prezzo.

Mentre il valore del brand è in continuo aumento, bisogna sottolineare   quanto la fedeltà alla marca sia invece in declino, infatti circa i 60% degli americani pensa che vi sia in atto molta corruzione da parte dei grandi gruppi che si traduce inevitabilmente in sfiducia in marchi ben noti. Questo perché se i consumatori smettono di rispettare e di fidarsi del marchio, o smettono di acquistarlo oppure si aspettano che venga fatto loro uno sconto importante per incentivarli nuovamente all’acquisto.



Le marche a cui si rimane fedeli sono sempre meno ma ci sarà sempre un gruppetto che non verrà mai tradito. Il segreto per continuare a mantenere una relazione fedele con il cliente è farlo sentire uno di loro.


BROCHURE

Social Wall

RIFLESSIONI: “Instagram addicted" - Instagram è diventato nel tempo strumento indispensabile per una strategia digitale - . 🤓 E voi come la pensate? #commentbelow ⬇️ Sarebbero circa 11 milioni gli utenti italiani di Instagram, attivi almeno una volta al mese, il 30 per cento in più rispetto allo scorso anno. I dati mostrano chiaramente come Instagram sia diventato nel tempo strumento indispensabile per una strategia digitale, anche e soprattutto per i soggetti business. In molti casi e per molti argomenti, infatti, è il social da cui proviene il grosso delle conversazioni che riguardano marchi e prodotti. Conversazioni fondamentali quando si tratta di utilizzare la Rete in funzione di ascolto e di gestire al meglio il rapporto con la propria community. Se si analizzano i settori ne esce protagonista e in piena maturità il solo settore dell’abbigliamento e degli accessori, seguito a distanza dal personal care e dal food. Quanto alla frequenza di pubblicazione, i settori più prolifici sono il publishing con poco più di 100 post al mese, il media ed entertainment con circa 70 condivisioni mensili e lo sport&wellness e l’eCommerce con oltre 60 post. Una riflessione importante merita la strategia che il brand dovrebbe adottare ogni volta che pensa ad una campagna social a suon di hashtag. Molto spesso tali campagne hanno più successo su Instagram che sugli altri social. Per quanto, infatti, il numero di post possa sembrare superiore su Twitter per esempio, il tasso di engagement raggiunge solo su Instagram il 97%. Anche a prescindere dall’identikit specifico degli utenti, dati come questi sono, insomma, la conferma che strumenti come Instagram, specie se giocano sulla dimensione visual, sono da considerare oggi strategici per la presenza digitale di brand e altri soggetti business. Lo dimostrano, del resto, il successo e le applicazioni di alcune feature di recente introduzione, dai contenuti temporanei in stile Snapchat al tasto compra, passando per lo zoom sui post. E voi come la pensate? #commentbelow

100% italian quality, minimalistic, eco-friendly, glamorous and contemporary design. 🌍 This is @corvascedesign at @promotionexpo_shopexpo 2019 ♻️ Are you going to join the #sustainablechallenge at @promotionexpo_shopexpo 2020? . #design #eco #friendly #sustainable #challenge #bag #unconventional #show #milano #fiera #fashion #green #planet

Questione di format 🤓 E voi come la pensate? #commentbelow . È sempre più complesso e articolato il panorama nel quale le insegne del grocery si trovano ad operare. Avvicinate sempre di più da una tendenza generale in cui i format generalisti entrano in competizione con format specialistici, politiche di trading down convivono con politiche di trading up. La conseguenza è che i retailers che fino ad oggi operavano sul mercato con format generalisti progettano e sperimentano format specialistici. I big players della distribuzione internazionale, sullo sfondo di mercati ormai maturi, mettono in atto strategie proattive orientate a conquistare nuovi clienti che integrano i propri acquisti e si rivolgono a diversi format distributivi per la spesa grocery. In un contesto in cui i confini tra i canali diventano sempre più "liquidi", i format mainstream lasciano gradualmente spazio ai nuovi format "ibridi". Nell'era del "tutti contro tutti", come cambierà la customer journey del cliente? E come reagiranno le insegne a fronte del nuovo scenario competitivo? Investiranno maggiormente sui format specialistici oppure sul riposizionamento dei format generalisti? Attueranno una strategia di specializzazione di formato oppure di portafoglio formati "allargato"? Progetteranno format sempre più ibridi oppure differenziati e distintivi? Qual è la cornice in cui le promozioni possono fare la differenza? Sicuramente cambia la mentalità, ma il tema del promozionale rimane un punto nodale sul quale investire. E voi come la pensate? Commentate e fatecelo sapere 🧐

Le temperature di questi giorni ci stanno mettendo a dura prova. Gli accessori di @marinisilvano e @navigalibero ci vengono in aiuto 😎 Vieni a scoprire la nuova collezione a Promotion Expo 2020! 🧢👒☀️🌡️ Vi aspettiamo dal 18 al 20 di Marzo a @mico_milano, gate 15 . #mico #milano #summer #temperature #hat #fiera #ops #promotionexpo #savethedate